“Mi chiamo Lucy Barton”, un libro da leggere tutto d’un fiato

Consigli per la lettura: “Mi chiamo Lucy Barton” di Elizabeth Strout pubblicato da Einaudi.
Ecco la recensione di Alessandro Baricco su Vanity Fair:
“Il libro della Strout si intitola Mi chiamo Lucy Barton, è stato tradotto da Susanna Basso e pubblicato da Einaudi. Vorrei sinceramente averlo scritto io, ma non è così, l’ha scritto lei. Avrei almeno un’altra decina di pagine che mi hanno lasciato secco, ma me le tengo per me. Se vi va, leggetele da voi. Ah, non aspettatevi un libro allegro. Più della metà è in un ospedale, per dire. Tuttavia c’è un sorriso latente in qualsiasi pagina, un sorriso che accompagna quasi ogni frase. Di stanchezza, di saggezza, non so. Un distacco, qualcosa del genere, una distanza. Un perdono. Ma insomma, un sorriso.”
http://www.vanityfair.it/…/alessandro-baricco-archivio-gene…

15741201_949944161805470_1182367920310397291_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...