Chi siamo

ROBUR FAMILY: UN PROGETTO DI CRESCITA GIOVANILE A TUTTO TONDO

Robur Family nasce nel 2014 come Associazione Culturale con l’intento d’investire energie, competenze e professionalità nel Settore Giovanile cestistico di Osimo attraverso l’attuazione di un progetto di crescita a 360°: educativo, culturale, sociale e sportivo.

Diventata asd nel luglio 2015, affiliata FIP e CONI, Robur Family affronta in questa stagione agonistica 2016/2017 il suo secondo anno di gestione del settore giovanile, mettendo in campo un team tecnico ed operativo di livello, che sta lavorando e   lavorerà per dare rilievo al saper fare di ogni under, dedicando il giusto spazio a tutte le componenti della preparazione cestistica: atletica, tecnica, fondamentali, recupero e potenziamento.

Dallo scorso anno RF ha avviato un proficuo rapporto di collaborazione con Vuelle Consultinvest Pesaro, che si propone di potenziare la crescita tecnica, sportiva e sociale di tutto il settore giovanile, in sinergia con la realtà sportiva pesarese, per consentire la crescita adeguata di atleti futuribili Robur Family. Accanto a questa collaborazione principale si sono rinsaldate le relazioni con molte società limitrofe, in un’ottica di collaborazione e crescita sportiva reciproca. Robur Family ha stretto rapporti anche con il Panathlon Club Ancona, area Emilia Romagna – Marche, con cui condivide i principi etici e morali alla base di tutti gli sport.

La parte fondante del progetto resta in ogni caso quella di favorire la visione dello sport, ed in particolare della pallacanestro, come scuola di vita, attraverso la formazione di giovani atleti secondo sani e seri principi, finalizzati alla crescita sia morale che sportiva dei ragazzi, in perfetta sintonia con il Codice Etico adottato, che si può sintetizzare in: rispetto dei compagni di squadra, dell’allenatore, degli avversari, degli arbitri e del pubblico. Valori che devono essere trasmessi ai giovani da tutti gli adulti che ruotano intorno al movimento cestistico della città.

Perché per crescere un ragazzo ci vuole un intero villaggio!

00010002

ROBUR, 70 ANNI DI STORIA CESTISTICA AD OSIMO

La pallacanestro ad Osimo arriva nel 1947 e inizialmente è circoscritta solo a tornei locali e al campionato del Centro sportivo italiano. Nel 1959 una squadra si iscrive ad un campionato organizzato dalla Federazione Italiana Pallacanestro: la Robur di Claudio Rossi. La società parte dalla Prima Divisione, vincendo subito il proprio girone e venendo promossa in Promozione. Nel 1962 la Robur conquista un’altra promozione in Serie B regionale, che disputa fino al 1964.

Nel 1966 si riparte dalla Serie D. Nel 1967-68 la Robur viene promossa in Serie C. Nel 1971 viene inaugurato ad Osimo il primo palasport al coperto: il PalaBellini. Nel 1973-74 e nel 1976-77 arrivano altre due promozioni in Serie B, in cui la squadra rimane sempre una sola stagione.

Nel 1980 la squadra torna in Serie B rinforzata e già al primo anno sfiora la promozione in Serie A2. Nel 1985-86 la squadra viene penalizzata dalla riforma dei campionati, perdendo il diritto di disputare la nuova Serie B1 e passando in Serie B2. Nel 1989 la Robur retrocede in Serie C.

Nel 2000, dopo varie vicissitudini societarie, Osimo torna in Serie B2. Nel 2001 la squadra vince anche la quarta serie accedendo in B d’Eccellenza. Nel 2001-02 conquista la terza promozione consecutiva: la Robur sale in Legadue. Per tre anni la squadra marchigiana disputa il campionato cadetto, arrivando al 10º posto nel 2002-03, 11° nel 2003-04 e 16° nel 2004-05.

Nel 2005-06 la squadra perde la finale play-off contro Soresina, nel 2006-07 contro Pistoia e nel campionato 2007-08 perde ai quarti di finale lo scontro con Latina. Nell’agosto 2009 viene riammessa dalla giustizia sportiva nella Serie A Dilettanti, da cui era stata qualche settimana prima esclusa. Dopo essere arrivata al quarto posto nel 2008-09 ed all’undicesimo nel 2009-10, l’anno successivo retrocede in quarta serie dopo una disastrosa stagione con sole 2 vittorie all’attivo su 30 partite. Nella stagione 2011/2012 è rimasta inattiva per problemi economici, ma è ripartita l’anno successivo con l’iscrizione alla Serie C Regionale. Nella stagione 2013-2014 viene ammessa al campionato DNC che disputa anche nel seguente anno. Con la riforma dei campionati la Robur, a partire dalla stagione 2015-2016, milita nella C Silver.

Per approfondire l’argomento è possibile scaricare il volume La storia della Robur.